Arcano Maggiore V – Il Papa

Arcano Maggiore V – Il Papa

Il Papa ha il numero V che simboleggia un ponte, un passaggio a qualcos’altro. Riceve dall’alto e agisce verso il basso, unisce il cielo alla terra, è un punto di incontro degli opposti. Da notare il Pastorale che nella norma è ricurvo con il significato di richiamare e radunare gli smarriti che nel caso del Papa dei Tarocchi assomiglia di più a un’antenna che riceve dei segnali.

È un Maestro, un mediatore, una guida. Il Papa incarna il principio divino che viene trasmesso, passa dalla sua individualità ma è impersonale. Le sue azioni sono sacre e disinteressate, unisce l’intelletto e il cuore ma non può trasmettere tutto, qualcosa rimane indicibile, non comunicabile. Ha dei discepoli o accoliti, uno ha la chierica che ruota in senso orario e l’altro in senso antiorario. In teoria seguendo i circoli dell’energia, una rotazione in senso orario prende energia mentre quella in senso antiorario la espelle, e curiosamente il pastorale del Papa finisce sulla testa del discepolo con la chierica in rotazione antioraria e quindi in espulsione di dati, come se dovesse essere quello più bisognoso di ricevere oppure che può far circolare le informazioni.

In negativo può essere un avaro, un avido guru, un padre che compie abusi, un maestro ingiusto, un ipocrita, un perverso. Possiede anche il suo lato oscuro, forse sotto le pieghe tortuose del suo vestito. Agisce nel mondo, è una guida, un diplomatico e può unire in matrimonio. Può rappresentare una figura paterna idealizzata, un uomo sposato, un santo. Comunque è un comunicatore che sa dove va, porta con sé un ideale, rimane sul piano materiale ma indica un’altra dimensione. Mantiene qualcosa di misterioso, non ha volontà. Le sue parole sono una benedizione, porta la pace, vive dentro di sé un’estasi che poi rivolge verso l’esterno. Non dice di no alle richieste di aiuto e spesso ha una lezione da dare. Può simboleggiare l’emergere di un nuovo ideale, la rivelazione di qualche segreto, ma può rappresentare anche il dogma religioso e la messa in discussione di questo e della fede stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi