Halloween o Samhain? Tradizioni antiche e moderne.

Halloween o Samhain? Tradizioni antiche e moderne.

Halloween-con-bambini-in-Umbria

Tradizioni antiche o modifiche moderne?

Halloween è la vigilia di Ognissanti, e non nasce in America ma in Irlanda. Corrisponde all’antichissimo Samhain, il capodanno celtico. Sanciva la fine dell’Estate e l’inizio dell’Inverno e i riti servivano a propiziarsi le divinità per affrontare i mesi bui e freddi.

Fu esportata negli Stati Uniti dagli emigranti nel 1800 e da lì tornò in Europa e in Italia con le caratteristiche con le quali la conosciamo oggi: zucche svuotate e incise con il volto di un demone, consumo di dolci e festeggiamenti in maschera a tema horror. Sebbene sia diventata una festa più consumistica che tradizionale, mantiene delle connessioni simboliche con i riti antichi.

cosa-fare-halloween-festa.jpg

La zucca o la rapa

La zucca di origini d’oltreoceano corrisponde alla rapa usata dai celti. Il suo scopo, posizionandola davanti casa, era di indicare la via ai morti che la tradizione diceva tornassero il 31 Ottobre. In questa data, una sospensione temporanea della divisione dell’aldilà dal mondo dei vivi, permetteva agli spiriti di vagare indisturbati.

Per l’origine della tradizione della zucca, si veda la mia versione narrativa della leggenda di Jack Lanterna e della sua vittoria su di un povero diavolo che gli voleva portare via l’anima.

storia-halloween-rapa.jpg

Riti antichi di Samhain (Halloween)

Si festeggiava la fine del vecchio anno e la paura della morte e degli spiriti. I Celti si riunivano nei boschi e sulle colline per accendere il Fuoco Sacro e venivano compiuti dei sacrifici animali.

Usavano delle maschere grottesche e tornavano al villaggio con delle cipolle come lanterne con all’interno le braci del Fuoco Sacro, poi si mascheravano con le pelli degli animali uccisi per spaventare gli spiriti.

Per quanto riguarda invece l’argomenti dolci, questi venivano lasciati nell’antichità davanti le case assieme alle lanterne di rapa, per imbonire gli spiriti. Oggi con il dolcetto o scherzetto, si richiama simbolicamente il dono da fare allo spirito che ci viene a far visita, sotto le sembianze di un bambino mascherato.

 

Il regno dell’oltretomba e la visione moderna di Halloween

Il collegamento tra la fine dell’Estate e la fine della vita è evidente, come l’abbinamento dell’Inverno al regno dell’oltretomba, immaginato come freddo e umido. A seconda della tradizione che onoriamo o della religione che professiamo, possiamo avere un approccio diverso nei confronti di Halloween che gode oggi di un rinnovato splendore attribuibile anche a un’immagine seducente e commerciale.

Festa-dei-morti.jpg

Il mondo dei morti secondo alcune ortodossie religiose non può entrare in contatto con quello dei vivi e si devono mantenere le debite distanze. Questo punto di vista va rispettato e la tolleranza è auspicabile da ogni punto di vista.

Possiamo aggiungere che forse la componente ludica di Halloween un po’ ha guastato il sapore antico di questa tradizione fortemente simbolica e potente.

Quello che del passato va recuperato è il senso profondo, l’atteggiamento sacro, l’approccio rispettoso al mondo dei morti e alla simbologia a esso collegata. La morte volgarizzata a maschera da party, un poco svilisce, anche se non disturba o indigna, la dimensione dell’aldilà, così significativa per l’uomo.

Paure di ieri, paure di oggi

Quello contemporaneo sembra essere ancora più spaventato di quello antico. Sembra forse un’esorcizzazione ancora più grande la sua di buttarla sul divertimento estetico che mostra il bello della maschera nascondendo il brutto della cruda realtà del morire, che questa società del progresso e della tecnologia non sembra ben digerire.

Le leggende son fatte per essere raccontate, e di voce in voce possono arricchirsi e cambiare. Non siamo dei puristi e ci limitiamo ad osservare, le tradizioni cambiano e cambiano le mode come cambiamo noi, ma nel profondo gli archetipi mantengono sempre vivo il loro potere, e quindi vi auguriamo un buon Halloween e un felice Samhain.

Per approfondire

Altri studi sostengono che la tradizione di Halloween e le zucche hanno in realtà un’origine italiana antichissima. Prima i romani, poi in alcune aree del sud sud, si svilupparono riti di esorcizzazione della morte e propiziazione di un nuovo ciclo vitale naturale, unito ai cicli stagionali e agricoli. Per maggiori informazioni si veda il bell’articolo su Fame di Sud.

old_2ff6ce4ff9035f43de2b04eec2fcece7.jpg

samhain-halloween-event.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi